È l’incertezza che affascina. La nebbia

rende le cose meravigliose. – O. Wilde

I TRANSITI DI NETTUNO

I passaggi di questo misterioso pianeta sono certamente tra i più complicati da fronteggiare. Soprattutto se cerchiamo di combatterli. Si, perché Nettuno non va ostacolato, discusso, represso, non può essere negato, eluso, accantonato. Che ci piaccia oppure no, NETTUNO va vissuto. Un po’ spaventa, questo è normale, poiché si insinua nella nostra vita creando disordine, rendendola confusa, ambigua, poco chiara. Ma le sue colorazioni sono innumerevoli, come molteplici possono essere le nostre predisposizioni inconsce fino a un dato momento non liberate o comunque non adeguatamente vissute. E’ compito del Signore del regno dei Pesci spalancare le porte a tutte quelle magiche possibilità che non ci siamo concesse per svariate ragioni. Non è il caso di opporre resistenza, poiché il suo soffio silenzioso accarezza il nostro corpo, raggiunge il cuore e solletica l’anima travolgendoci con effetti tra i più disparati. Non insistiamo col dire di voler restare ancorati alle nostre convinzioni, di voler mantenere a tutti i costi i piedi per terra. Fatica sprecata! Nettuno vuole farci conoscere il gusto dell’azzardo, il sapore del peccato, la leggerezza dell’essere. E tanto altro.

Le prime difficoltà hanno origine dal fatto che viene occultato il senso del dovere e, con esso, l’affidabilità, la capacità di giudizio, il senso di realtà. Ma è proprio questo il punto: i limiti della nostra coscienza sono chiamati a dissolversi al suo cospetto, il perimetro fatto di tutto ciò che ci definisce e ci sorregge necessita, durante il transito, di perdere la sua forma, plasmandosi di nuove e superiori sensazioni, emozioni, esperienze. Nettuno mina la nostra reale identità, quantomeno per come fino a un dato momento l’abbiamo conosciuta, ci da un senso di smarrimento, confonde, disorienta. Ma può anche farci sentire in completa simbiosi con l’intero universo. Può rendere ciechi o attivare una vista da leopardo, coinvolgere in affari loschi o renderci missionari di tutto rispetto, farci provare l’ebbrezza di sapori stupefacenti o allinearci con la natura e i suoi prodotti alternativi. Ci scoraggia mostrandoci la nostra inutilità, o al contrario ci innalza rendendoci capaci di grandi cose. Amplifica i nostri sensi e le nostre capacità percettive, diventiamo capaci di grandi intuizioni accompagnate talvolta da ideali fantastici. Lascia il passo alle nostre attitudini artistiche e a quella parte meravigliosa e geniale che risiede in noi e che merita di essere riconosciuta, soprattutto se a giovarne non siamo gli unici ma possiamo condividerla col mondo.

È chiaro quanto possa essere complesso questo meccanismo, poiché richiede di abbassare la guardia a favore di tutta una serie di elementi che necessita di ascendere e trovare spazio poiché una nostra parte, seppur non consapevole, lo richiede a gran voce.

LETTURE CONSIGLIATE

Privacy e cookie

Copyright 2018 © Il Viaggio del Sole – Tutti i diritti riservati – P.IVA 10380990960