Intraprendi il cammino, conti le stelle 

sul tuo cielo.

Sogni di arrivare e appena arrivi,

desideri ripartire. – G. Buglino

LA NONA CASA

Le esperienze di casa terza ci mettono a confronto con l’ambiente che ci è più vicino e la conoscenza che ne consegue è concreta, pragmatica, immediata; le esperienze di CASA NONA invece, che è la terza dopo il discendente, ci mettono a confronto con il lontano: sono esperienze che in qualche modo ampliano l’orizzonte mentale e fisico. Viaggi, contatti con popolazioni e culture distanti e straniere, stimoli ed esperienze che ci portano ad una espansione della coscienza che in questo modo si apre al nuovo e al diverso, comportano la possibilità di inglobare nuovi significati che ci dispongono a più ampie visioni.

Le esperienze che affrontiamo in casa nona sono infatti dirette alla ricerca e produzione del significato delle cose.

La terza e la nona casa rappresentano le nostre due forme di conoscenza. Gli strumenti della terza sono il pensiero concreto, analitico, l’orientamento al presente; quelli della nona sono il pensiero astratto, la generalizzazione, il procedere per ipotesi, perciò si dice che la casa nona è il settore della religione e della filosofia, ambiti in cui la speculazione sul possibile prevale nettamente sulla conoscenza puntuale della realtà.

La prima forma di conoscenza, propria di casa terza, proviene dalla scoperta o dal contatto diretto con qualcosa prima ignoto, la seconda forma, propria di casa nona, è un processo più complesso che implica una sintesi significativa dei dati conosciuti, tra loro e con altri elementi più lontani: alla conoscenza pura e semplice si aggiunge la comprensione.

Conoscere l’esistenza o le qualità di un dato o un fatto non è comprendere le condizioni della sua esistenza: la comprensione collega il dato a leggi universali che ne definiscono le condizioni e ne producono il significato.

La casa nona, in quanto terza dopo il discendente, fa parte dell’ambiente della relazione, e allora trovare un legame, dare un significato alla molteplicità e varietà di relazioni che compongono la società, scoprire o assegnare o immaginare un possibile ordine a tutto questo, fa parte delle esperienze di casa nona: in questo senso le  leggi appartengono a questo settore.

Inoltre, la conoscenza e la comprensione delle condizioni e dei meccanismi di funzionamento di qualunque ambiente, permette di muoversi bene, ovvero da il potere di usare o sfruttare al meglio le risorse dell’ambiente in cui ci si muove.

Tuttavia, se gli insegnamenti e gli obiettivi della settima e ottava casa non sono stati assimilati e raggiunti, la conoscenza che la casa nona promuove, invece di trasformarsi in leggi, diventano potenti mezzi di sfruttamento e strumentalizzazione dell’altro, che in vista di  ambizione e prestigio personali, viene asservito alla propria ideologia. 

Il pericolo e le prove che l’esperienza del lontano e del diverso, proprie di casa nona comportano, stanno infatti nel mantenere il cuore e la mente aperti, accoglienti, plastici, nei confronti di ciò che è nuovo e diverso, senza tentare di inglobarlo e omologarlo nel proprio ordine ritenuto il migliore possibile.

LETTURE CONSIGLIATE

Privacy e cookie

Copyright 2018 © Il Viaggio del Sole – Tutti i diritti riservati – P.IVA 10380990960