“Nessuno è nato sotto una cattiva stella;

ci sono semmai uomini che guardano

male il cielo. – H. H. Dalai Lama

LA PRIMA CASA

La PRIMA CASA inizia con l’ascendente che coincide con l’attimo del nostro primo respiro, il vero debutto per ognuno di noi di un’esistenza davvero autonoma, separata dal corpo materno: l’atto del respirare in modo indipendente è la prima affermazione di “esserci”, di esistere cioè in modo unico e personale. Nel preciso istante in cui esaliamo le prime molecole d’ossigeno una valvola del nostro cuore si chiude, il sangue fluisce nei polmoni e all’unisono, i due basilari dispositivi del corpo umano iniziano a ritmare il tempo della nostra vita.

La prima casa natale si riferisce  alla scoperta soggettiva di noi stessi, l’ascendente con cui inizia appartiene infatti all’asse della coscienza e questo settore rappresenta l’ambito delle esperienze che portano alla consapevolezza di sé e, conseguentemente, a un’esistenza individualizzata. Il segno all’ascendente ci dice la qualità e la natura delle esperienze che risultano essere le più utili ed efficaci a renderci consapevoli della nostra vera essenza.

Tale segno, in un certo senso, indica il materiale, la sostanza, gli strumenti ricevuti in dotazione per costruire il proprio senso di sé. E ogni qual volta daremo il via a un’esperienza, di qualsivoglia natura essa sia, ci troveremo in qualche modo di fronte a un nuovo inizio, che porterà con sé la stessa energia con la quale siamo venuti al mondo, differente rispetto alla forma per ovvie ragioni, ma molto simile nella sostanza, rimettendo in gioco l’ascendente e la prima casa, rimescolando le carte per un nuovo avvio. A tal proposito questo settore indica essenzialmente il tipo di esperienze mediante le quali scopriremo meglio chi siamo veramente, portando alla luce la “diversità” e perciò la distinzione.

Il segno e il grado all’ascendente oltre ad indicare l’inizio del funzionamento separato ed autonomo, indicano anche in quale modo  e da quale punto prende avvio lo scambio tra il nostro essere individuale e l’Universo.

Sono il tempo e il luogo in cui entriamo attivamente a far parte del gioco di forze ed energie presenti nell’ambiente circostante e, quantomeno nella prima parte della vita, l’unico punto di vista per noi possibile rispetto al contesto nel quale ci siamo venuti a trovare e per estensione, al mondo intero. In altre parole se abbiamo l’ascendente e quindi la prima casa nel segno della Vergine, saranno esperienze con caratteristiche virginee quelle che più profondamente ci aiuteranno nella strada che conduce alla nostra stessa consapevolezza. Avremo perciò una particolare sintonia con tali esperienze: ad esempio potranno essere importanti alcune esperienze di lavoro o altro che comportino ordine e metodo, oppure un’accurata analisi che riconduca la situazione considerata alle sue linee essenziali, depurata da ogni interferenza o condizionamento; esperienze del genere ci permetteranno di conoscere il nostro punto di vista sul mondo, il nostro atteggiamento di base verso la vita, il quale difficilmente potrà prescindere da tali requisiti di analisi, ordine, metodo. 

Per quanto riguarda il ciclo della vita il primo periodo si apre con la nascita fisica, la separazione del nostro corpo dal corpo di nostra madre e a questo livello scoprire di esistere è totalmente istintuale. Infatti veniamo al mondo colmi della sostanza materna di cui per nove mesi ci siamo nutriti; in seguito siamo plasmati, influenzati e condizionati dall’ ambiente familiare e culturale.  In questa prima fase di sviluppo della  personalità viviamo le nostre radici, il nostro passato, l’appartenenza ad una determinata famiglia, nazione, razza, cultura, epoca.

Nascere la seconda volta significa emergere da questa matrice, scoprire ciò che davvero ci appartiene da ciò che è dell’ambiente, vuol dire distinguersi, nascere come un individuo dalla personalità individualizzata, riscoprirci alla luce della consapevolezza psichica e mentale. Implica liberarci, purificarci da retaggi, valori, condizionamenti che non sentiamo autentici, in sintonia con noi stessi, vuol dire delineare sia le differenze che ci individuano e sottolineano la nostra singolarità ed unicità, sia  le somiglianze che ci fanno sentire simili agli altri uomini e perciò membri integranti della società, vuol dire scoprire il tono e il ritmo del proprio essere individuale e gradualmente diventare coscienti del posto e della funzione che ci spetta nella collettività.

Infine intorno ai 56 anni c’è la terza nascita, quella spirituale. Mentre la nascita biologica è un fatto indiscutibile, la seconda e poi la terza nascita sono livelli di consapevolezza, obiettivi che si possono o non si possono raggiungere: le caratteristiche della prima casa natale indicano quale strada è meglio percorrere per arrivare al traguardo. Non esistono obblighi di alcun genere, solo potenzialità che aspettano di essere espresse. 

La ruota delle case rappresenta dodici fondamentali ed universali forme di esperienza che siamo chiamati ad affrontare nel corso del cammino su questa terra. Si tratta di un processo in divenire, dai tempi precisi, che inizia con la nascita biologica, compie un ciclo e riparte con una nuova nascita dell’individuo ad un livello superiore e così una terza volta. E’ un modello di sviluppo psicologico che scandisce le tappe del processo d’individuazione, il quale prevede tre livelli di sviluppo, tre nascite del sé individuale. 

L’intero percorso corrisponde al ciclo di Urano con i suoi 84 anni di rivoluzione intorno al Sole, ed è diviso in tre periodi fondamentali di 28 anni ciascuno, il tempo che l’ascendente impiega a percorrere l’intero zodiaco e tornare al punto di partenza. 

Non tutti abbiamo la possibilità di compiere l’intero percorso, dipende dal tempo della nostra vita, né arrivare fino in fondo significa realizzare il compito dell’individuazione, poiché ognuno di noi è libero di procedere nello sviluppo, bloccarsi, o retrocedere. 

La Carta Natale, allora, è realmente il progetto di vita di ciascuno nella quale  vengono descritte le potenzialità presenti alla nascita, il contenuto e il modello della sequenza temporale che ci accompagna nella realizzazione concreta di tale contenuto.

LETTURE CONSIGLIATE

Privacy e cookie

Copyright 2018 © Il Viaggio del Sole – Tutti i diritti riservati – P.IVA 10380990960