Demetra e Persefone – Il mito della Vergine

Il Mito della VERGINE: DEMETRA e PERSEFONE

C’era una volta una fanciulla di nome Core che trascorreva il suo tempo nei campi fioriti. Un giorno intravide un fiore bellissimo e quando decise di coglierlo la terra innanzi a lei si apri in due e ne emerse un cocchio color oro guidato da Ade, dio del mondo sotterraneo. Core iniziò ad urlare dalla paura mentre Ade la rapì per sposarla e la ribattezzò col nome di Persefone. Ad assistere alla scena vi fu Elio, dio del Sole. Demetra, madre di Persefone e dea delle messi al pianto della figlia si mise a cercarla invano. Dopo diversi giorni Elio le confessò ciò che aveva visto.

Intanto Zeus aveva lui stesso dato il suo benestare alle nozze. L’animo di Demetra si colmò d’ira e di dolore la quale scese tra gli uomini, vestì i panni di una vecchia donna, sterile e incapace di amare. Andò ad Eleusi e si sedette nei pressi della fontana delle Vergini. Fu notata dalle figlie del re che la condussero a palazzo e lì Demetra divenne la guida dell’ultimo figlio del re. Costui cresceva protetto da Demetra che tutte le notti lo sottoponeva alla forza del fuoco al fine di renderlo immortale. In una di quelle notti però la regina assistette al rituale e spaventata interruppe Demetra. Ella si arrabbiò e recuperò le sue vere sembianze: ordinò che venisse costruito un tempio in suo onore all’interno del quale si rifugiò piangendo la perdita dell’adorata figlia Persefone. Piena di rabbia e frustrazione maledisse la terra e quell’anno non crebbe nulla, nemmeno un filo d’erba. Quell’improvvisa carestia stava minacciando l’estinzione del genere umano e di conseguenza gli dei dell’Olimpo non avrebbero più potuto ricevere sacrifici da parte degli uomini.

Zeus a questo punto, resosi conto di ciò che aveva combinato approvando il comportamento di Ade, mandò da Demetra tutti gli dei per pregarla di tornare sull’Olimpo ma lei reagì con indifferenza a quelle suppliche. A quel punto l’unica soluzione era quella di convincere Ade a restituire Persefone a sua madre. Zeus mandò Ermes nel mondo sotterraneo di Ade il quale concesse alla sua sposa di fare ritorno dalla madre addolorata. Ma prima che Persefone partisse le offrì un seme di melograno che aveva il compito di legare per sempre chi lo mangiava a colui che lo aveva offerto. E così Persefone ritornò da sua madre Demetra sulla terra che riprese finalmente a rifiorire, ma inevitabilmente nel periodo invernale si ricongiungeva al suo sposo.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento