"Lotterai. L'otterrai. Lo terrai"


MARTE - come l'individuo afferma sé stesso ed esprime desideri


- “Perché continui ad aggredirmi?”

- “Non ci posso fare nulla, è tutta colpa del mio MARTE!”

  

MARTE è costantemente diretto da qualche parte, sempre con un obiettivo da perseguire. Si tratta di un pianeta addetto a sostenerci con tutti i mezzi che ha a disposizione.

Ha in compito primario di supportare il Sole in tutto e per tutto ed eventualmente di aggredire laddove si rende necessario: bisogna però tenere ben presente che non è solo un principio di aggressione, ma prima di tutto di difesa. Indubbiamente quanto più la capacità di difesa risulta essere precaria, tanto più l’aggressione tende a compensare tutta una serie di difficoltà esistenti; come conseguenza avremo un individuo che attacca sempre per primo anche quando non si rende necessario, proprio perché l’attacco si trasforma a sua volta in un’arma di protezione utilizzata allo scopo di prevenire eventuali minacce che l’individuo stesso teme di poter ricevere.

Marte, insieme a Sole e Plutone, forma la triade maschile dello zodiaco. Li vediamo vincenti sin da subito all'interno del cerchio zodiacale nel prorompente segno dell'Ariete, dove la forza, il coraggio, l'aggressività, lavorano grazie al pianeta rosso per la difesa della nostra identità. Si, perchè come già appurato Marte non attacca per primo come si è soliti pensare, ma passa al contrattacco in seguito a un'offesa, a uno stimolo esterno che lo muove alla difesa del proprio Sole. E' l'esercito che difende la patria, e lo fa secondo natura, con modalità adeguatamente riorganizzate dal segno zodiacale che sta percorrendo al momento della nostra nascita, dalla casa che occupa e da eventuali aspetti che forma con altri pianeti.

Collabora instancabilmente col Sole il cui fine ultimo è l'autoaffermazione: il Sole cerca di raggiungere il progetto per il quale è stato chiamato, mentre Marte lo sorregge costantemente in questa meravigliosa impresa. Il primo comanda, il secondo esegue.

 

Ma che cosa accade quando questi due pianeti sono in conflitto all'interno della carta natale?

Ci troveremo inevitabilmente innanzi a delle difficoltà, faticheremo nel coordinare i nostri progetti, poichè non adeguatamente sostenuti da quel naturale impulso di base atto a condurci verso l'affermazione di noi stessi. Verrà meno, da parte nostra, la capacità di utilizzare in maniera adeguata un importantissimo dispositivo che la natura ci ha messo a disposizione. Lo strumento d'azione potrebbe quindi essere mal gestito nel caso di una quadratura o di un'opposizione Sole-Marte, creando un ritardo nel perseguimento di un desiderio importante, nella realizzazione di un disegno che, viene probabilmente ben elaborato dal nostro Sole, ma eseguito in maniera non conveniente da Marte. Il Sole quindi spingerà verso percorsi progettuali che verranno ingannati in quanto Marte si dirigerà altrove, non solo creando confusione e insoddisfazione nell'ottenimento di un risultato parecchio distante da quello voluto, ma dando vita più che altro a una sorta di disorientamento. Conseguentemente, l'idea che ci faremo sarà quella di non essere sufficientemente adeguati, di non sentirci all'altezza, di non saper manifestare le nostre capacità nella gestione della vita, di non possedere gli strumenti necessari per soddisfare i nostri desideri.

E tutto questo in parte è verissimo. L'astrologia umanistica però ci insegna che il percorso evolutivo che siamo chiamati a intraprendere ci da la possibilità di "sistemare" tutte quelle dinamiche non proprio perfette, facenti parte di noi e significative della nostra dotazione di partenza.

Si, perché il viaggio è lungo e inesorabilmente ricco di prove. Prove tramite le quali avremo varie occasioni per redimerci a proposito di incongruenze e contraddizioni stratificate nella nostra psiche e di cui il tema natale rappresenta soltanto l'impronta iniziale.