Non ha imparato la lezione della vita chi non vince una paura ogni giorno - R. W. Emerson

CHI SIAMO

 

Mi chiamo Giuseppe Buglino e spiritualmente sono un raggio di sole esattamente come te che stai leggendo queste mie parole. Sono nato nel settembre del 1978, ascendente Capricorno, Sole in Vergine e Luna in Ariete. 

 

Sin dall’adolescenza ho amato l’astrologia, antichissima disciplina e potentissimo mezzo d’introspezione, mediante il quale abbiamo la possibilità di entrare in contatto con la profondità della nostra anima.

Credo che questo amore sia nato insieme a me, iniziato la notte del 17 settembre 1978. Mia madre mi racconta sempre di aver trascorso la sua serata seduta a terra sul balcone a contemplare la Luna, piena e spettacolare nel suo candore. Mi dice di aver pensato: “Ci siamo, questa notte arriva.” Chi dovesse giungere altro non era che il sottoscritto, anche se in realtà mi sono fatto attendere ancora per diverse ore.

La mattina precedente era stata in ospedale per il solito controllo di routine e durante il monitoraggio al suo pancione ricorda che l’esperto ginecologo chiese all’ostetrica: “Quando cambia la Luna?” - “A breve sarà piena”, gli rispose. Niente di strano, i bambini nascono con o senza i cambi della Luna, ma qualcosa ha sempre suggerito a mia madre che da quel 17 settembre io stessi per portare con me qualcosa di quella premonizione.
Con mia sorella mi ha sempre detto che non ci fece molto caso, anche se ora a distanza di tempo ricorda che anche per la sua nascita ci fu un passaggio lunare: la Luna era crescente, un po’ come lei sempre in movimento, sempre alla ricerca di nuove esperienze, nuovi mondi, nuove opportunità. Mentre io, racconta mia madre, porto con me la completezza di quella famosa Luna che mi ha accolto: mai aggressivo, ponderato, talvolta saggio…chissà…

Costantemente attratto dal potere del linguaggio simbolico racchiuso nello zodiaco, a tutt’oggi non ho mai smesso di studiare questa disciplina, alla quale dedico il mio tempo e il mio impegno, dato che il viaggio dell’apprendimento e della crescita propone inesorabilmente continue opportunità di perfezionamento.

 

Sono dell’idea che sintetizzare il percorso di una vita, soprattutto se si parla di quello interiore, non è cosa semplice; ciascuno di noi ha una traccia da seguire, un percorso evolutivo al quale tener fede al fine di realizzare il proprio “io” e quindi avvalorare il Sole di nascita e che si trova impresso, adeguatamente dettagliato, all’interno del tema natale, strumento che costituisce la sintesi della nostra vera natura.

 

Addentrandomi via via più meticolosamente nel campo dell’osservazione, ho da molto tempo intrapreso un cammino eterno verso la scoperta di me stesso; di conseguenza ho imparato pian piano a riscoprire l’animo umano e con esso l’essenza della natura più profonda e sublime. E l’attenzione a temi così nascosti, oltre che delicati mi ha insegnato a interpretare, tramite l’astrologia, l’universo meraviglioso racchiuso dentro ognuno di noi, per ciascuno differente per forma e sostanza e perciò unico. Quindi speciale.

 

Dopo 22 anni di studi penso di aver ancora diverse cose da imparare. Non mi reputo mai arrivato. L’astrologia, affiancata da un lungo percorso interiore, mi ha permesso di portare luce negli angoli bui della mia anima. E di accettare quelli altrui, abbracciando il mio prossimo con la totale assenza di giudizio.

Ringrazio questa straordinaria disciplina chiamata astrologia, perché grazie ad essa ho capito di essere refrattario al male, anche se so che purtroppo esiste, ma sono pure convinto che nulla è in grado di battere l’amore.
Ringrazio la vita che mi ha permesso di trovare sul mio cammino delle persone meravigliose per la loro bellezza interiore e tramite le quali ho imparato qualcosa in più anche di me. Ringrazio il mio corpo che mi permette di adoperare i miei sensi per percepire, osservare, conoscere, godere e interagire col mio prossimo. Ringrazio chi condivide le mie azioni e i miei pensieri, ma anche quelli che la pensano diversamente da me ma non ostacolano il mio cammino poiché credono nella condivisione della conoscenza e dei talenti. Ringrazio la mia famiglia che tra dolori strazianti e gioie impagabili mi accompagna ogni giorno di questo cammino terreno. Ringrazio la mia amica del cuore, sempre pronta a supportarmi, in grado di correggere errori grandi e piccoli e soprattutto per la sapienza che è capace di trasmettermi.


E infine ringrazio tutte le persone che chiedono il mio parere, che con stima e fiducia frequentano i miei corsi di astrologia, che partecipano alle mie conferenze e che mi contattano per ricevere una consulenza, momento per me straordinario durante il quale l’astrologia si mostra in tutto il suo splendore. Perché l’incontro con lo strumento astrologico diviene un incontro con quella parte divina presente in ciascuno di noi.

Allo stesso modo in cui

nel giorno che nascesti

il Sole si offrì al saluto dei Pianeti

così in seguito crescesti in base alla Legge di

quell'ora

così deve essere

sfuggire non puoi.

 

Già lo dissero profeti e sibille

e nessun tempo

nessuna forza

può cambiare

la forma già coniata

che vivendo si evolve.

 

                                           Johann Wolfgang von Goethe

Benvenuti in questo mondo, laddove l’incontro con lo strumento astrologico diviene un incontro con quella parte divina presente in ciascuno di noi.

 

* Giuseppe Buglino *

Socio SAI - Scuola di Astrologia Internazionale, affiliata ISAR (International Sociaty for Astrological Research).

 

Credo sia il caso di raccontarvi una piccola fetta della mia vita, di come ho intrapreso il mio percorso. Sono Francesca Buglino nata a Palermo l’11 Giugno 1974.

Ho conseguito il diploma nel settore dell’estetica, iniziando la mia carriera lavorativa alla giovanissima età di 15 anni in un salone di bellezza, nel quale ho appreso mediante la pratica e corsi intensivi l’arte del “trucco e parrucco”.

 

Sono stata alle dipendenze per quindici anni circa, mentre si faceva strada nella mia mente l’idea di intraprendere una nuova strada, quella che mi ha poi condotto a lavorare autonomamente. Complice di questa scelta è stata la mia famiglia, dalla quale sono stata incoraggiata con sostegno e fiducia e alla quale sarò riconoscente sempre.

La mia voglia di fare, insieme all’esplorare, al conoscere, al migliorarmi dal punto di vista professionale, è sempre stata una costante che mi ha portata ad avere tante soddisfazioni nell’ambito lavorativo.

La mia attrazione verso le discipline olistiche è iniziata quasi per caso circa otto anni fa. A causa della mia principale occupazione ero costretta a lavorare col tutore al polso, faticavo molto poiché il dolore arrecatomi dalla grande mole di lavoro non mi consentiva più di portare avanti il mio quotidiano con serenità…ho iniziato ad accumulare tanta stanchezza e nervosismo e così, in uno di quei giorni dove il mio viso mostrava particolare tensione, una mia carissima cliente e ormai amica mi propose un trattamento Reiki, al fine di tentare di “sistemare” quell’inquietudine che non mi permetteva di lavorare con la gioia di sempre.

 

Confesso che, nonostante il mio iniziale scetticismo, dopo i primi trattamenti cominciavo a capire che qualcosa in me stava accadendo. Cominciavo ad avvertire una pace interiore mai provata prima. Sono sempre stata un soggetto molto “agitato” per natura ma mi accorgevo di sentire dopo ogni trattamento una sensazione di leggerezza e soprattutto di pace, come se esistessi io ed io soltanto, mentre la tensione e il dolore fisico e psicologico accumulato nel tempo lasciavano posto a una sorta di serenità.

 

Da quel periodo ho cominciato a riflettere parecchio. Di certo il lavoro che svolgo è di tipo usurante, stare in piedi dieci ore al giorno, le braccia e la schiena che vengono sollecitate per ore ed ore… Ma capii che non si trattava solo di quello, pian piano si insinuò nella mia mente il pensiero che, quasi certamente, vi era anche dell’altro ad aver scatenato quel malessere che, ripeto, non era soltanto fisico.

 

Dopo qualche giorno venne a trovarmi la mia amica e mi chiese dove fosse finito il mio tutore. Credetemi, non mi ero nemmeno resa conto di non averlo più “cercato”. Eppure nel corso di una visita specialistica mi avevano messo in guardia a proposito di un probabile intervento chirurgico che da lì a breve avrei corso il rischio di dover affrontare.

Misi da parte quella ipotesi e iniziai a frequentare il corso di primo livello Reiki per poter “ricevere le attivazioni” e iniziare a percorrere lo splendido cammino al quale conduce questa disciplina: l’auto guarigione e la guarigione altrui.

Hanno poi fatto seguito il corso di secondo e terzo livello, al fine di completare il percorso di apprendimento e poter poi utilizzare questa tecnica di origine giapponese che permette di ritrovare equilibrio e benessere psichico e fisico.

 

Oggi il Reiki è parte di me e lo utilizzo sempre, per me stessa e per gli altri, con ottimi risultati.

Il Reiki è una tecnica davvero efficace di riduzione dello stress, di rilassamento e di ripristino della salute fisica attraverso l’uso della cosiddetta “energia universale”, ovvero l’energia che permea l’universo e costituisce il “mattone” fondamentale di ogni cosa vivente o inanimata, come ben ha descritto la fisica moderna. 

 

l Reiki non ha assolutamente nulla a che vedere con religioni, sette e filosofie, ma è invece una tecnica che possiede notevoli punti di forza, tra cui l’immediata verifica delle sue possibilità (già durante la prima seduta l’energia inizia a scorrere ed è quindi possibile sperimentare immediatamente i suoi benefici), la potente azione riequilibrante che si manifesta anche a livello emotivo e mentale della persona che riceve il trattamento, la totale assenza di controindicazioni.

La trasmissione di energia che avviene grazie al Reiki conduce a un “lavorio” interiore non indifferente: a volte da soli non siamo in grado di affrontare e far emergere i nostri “lati oscuri” ed è giusto accettare il fatto che ogni tanto tutti abbiamo bisogno di una spinta che ci aiuti e ci guidi laddove non siamo in grado di giungere da soli.

Grazie al Reiki possiamo riuscire ad affrontare le sfide che la vita ci propone e a far leva sui nostri punti di forza, creando con noi stessi una straordinaria “convivenza”, all’insegna della forza e dell’energia. L’energia e tutto. Tutto è energia. Dal cielo alla terra ”NUTRIMENTO” e dalla terra al cielo “OSSIGENO”, per vivere abbiamo bisogno di entrambi, così come l’energia del macrocosmo ”UNIVERSO” si unisce all’energia del microcosmo ”INDIVIDUALE”.


Per qualsiasi informazione sui trattamenti da me proposti è possibile contattarmi con un messaggio privato sulla mia pagina facebook, o in alternativa scrivere a manidilucedivina@gmail.com

 

*Francesca Buglino * 

 

Master Reiki