VENERE RETROGRADA in GEMELLI

VENERE RETROGRADA in GEMELLI - maggio 2020

Venerdì 3 aprile VENERE ha fatto il suo ingresso nel Segno dei GEMELLI. Nonostante il suo viaggio all’interno di uno dei segni più dinamici dello Zodiaco, questa volta non si farà prendere dalla fretta, in quanto vi permarrà fino al 7 agosto.

Assisteremo a una retrogradazione che avrà inizio il 13 maggio e a un ANELLO DI SOSTA che vedrà impegnato il pianeta dal 10 aprile al 29 luglio.

111 giorni durante i quali Venere accorcerà le distanze con tutti noi e nei quali potremo tutti, nessuno escluso, approfittare di questa nuova spinta che faciliterà il rapporto con gli altri, mediante anche una più chiara e spontanea comunicazione.

Con Venere in Gemelli l’espressione dell’affettività assume una colorazione di tipo verbale, allegro, socievole, brillante. Gli stimoli intellettuali hanno grande rilevanza così come il bisogno di parlare immediatamente dei propri pensieri e delle proprie percezioni per potersi sentire vicino al partner. La spinta amorosa può essere intensa, ma non sempre ci si lascia trascinare del tutto dall’emotività, in quanto l’inclinazione cerebrale tipica dei Gemelli non lascia grande spazio a esplosioni affettive, tipiche di altri segni. Questo chiaramente non significa che non possa lasciarsi andare a slanci affettivi.

I gusti personali sono in costante mutamento, atteggiamento che rischia di non apparire sempre sincero…ma di certo è spontaneo e molto più vero di quello che si possa immaginare. Il raggiungimento del piacere personale è sottoposto a mutevole curiosità, parlantina e da una notevole attrazione per tutto ciò che sprigiona intelligenza e acume. La necessità di stimoli costantemente nuovi potrebbe talvolta risultare un fattore limitante rispetto alle relazioni durevoli, che trovano spazio solo se il rapporto promette costanti trasformazioni.

Spesso siamo un po’ condizionati dai pianeti retrogradi, quasi li temiamo, mentre questi eventi sono molto meno eccezionali di quello che pensiamo. Non solo. Nel caso specifico di Venere prepariamoci a una sorta di stratagemma planetario che ha lo scopo di aiutarci a riconsiderare la nostra scala di valori nella sua totalità. E in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando anche dal punto di vista sociale, chi meglio di Venere in Gemelli poteva assolvere il compito di rimetterci in contatto con tutto ciò che davvero vale per noi. E lo farà con l’energia del primo segno d’aria, ovvero con la forza della ragione. Se tutto questo fosse avvenuto in un segno d’acqua, sarebbe probabilmente andato contro la contemporaneità che stiamo vivendo, accentuando l’emotività a discapito del ragionamento. Quest’ultimo elemento risulta decisamente più utile in questa fase, per aiutarci a fare il punto della situazione sotto molteplici fronti.

È la prospettiva che cambia e con essa, mutano due cose ben distinte: l’osservato e l’osservatore. Si, perché Venere ci aiuta a vedere con occhi nuovi il valore che diamo a ogni singola cosa, a ogni singolo ingranaggio della nostra vita. Durante tutta la fase diretta, retrograda e poi ancora diretta, si attiverà in noi una certa curiosità, legata al bisogno di comprendere, e tutto questo si esprimerà dapprima attraverso delle domande, alle quali, nel corso di questo anello di sosta (e non solo) dovremo fornire delle risposte. In questa occasione il Segno dei Gemelli ci suggerisce di vagliare al meglio, di orientare le nostre scelte, di qualsiasi natura esse siano. Forse molti di noi sono convinti che si tratti di scelte affettive: Venere parla di affettività, certo, ma anche di tantissime altre cose. Attraverso Venere focalizziamo i nostri gusti personali, le nostre scelte, i nostri valori, desideri, attaccamenti, orientamenti. Tutti questi elementi e anche molto altro verrà chiamato in causa con questo anello di sosta, al fine di ricondurci verso quel senso di appartenenza a tutto ciò che per molto tempo, forse per anni, abbiamo perduto.

Alcuni di noi stracceranno la lista delle priorità e ne riscriveranno una nuova, alla quale tener fede per molto molto tempo, in virtù del momento storico che stiamo vivendo e, astrologicamente parlando, della contemporanea collaborazione di Saturno che sta visitando il segno dell’Acquario. Il fattore sociale si pone dunque in primo piano, all’interno del quale si inserisce l’esperienza del singolo, di ognuno di noi, della nostra visuale. E della nostra visione. Una visione delle cose che si rinnova e che colorerà con tinte differenti i nuovi percorsi che sceglieremo di intraprendere quando l’anello di sosta sarà terminato, ovvero dal 29 luglio in poi.

Dunque questi 111 giorni saranno di preparazione al futuro che verrà, saranno il trampolino di lancio che ci condurrà verso una ridefinita visione della vita nella sua totalità, mediante una rivisitazione profonda della nostra scala di valori, dei nostri desideri. E delle nostre priorità.

Come sempre, la Casa Natale e il settore governato da Venere nella Carta di Nascita, circoscriveranno gli ambiti della nostra vita nei quali questa potente energia si esprimerà.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo!

Questo articolo ha 7 commenti.

  1. roberta

    Finalmente una risalita per me. Grazie da una bilancia con venere in bilancia

  2. Stefania

    caspita 111 giorni sono tantissimi !!!!

  3. Rosalba

    Proprio vero, transito intenso per me che ho uno stellium in gemelli 🙂

  4. Maria Teresa

    Grazie per questo bellissimo articolo. In effetti i retrogradi a volte spaventano, ma bisogna assecondare l’energia

Lascia un commento