IL TEMA NATALE

IL TEMA NATALE: un disegno celeste

Il TEMA NATALE è la rappresentazione celeste nel momento in cui siamo venuti al mondo. Al suo interno è racchiuso, mediante un linguaggio puramente simbolico, il progetto della nostra vita, ciò che potenzialmente siamo e che dobbiamo realmente diventare lungo il percorso di crescita individuale. Ciascuno di noi porta con sé un carico di informazioni, una vera e propria valigia all’interno della quale sono conservate tutta una serie di esperienze che già ci contraddistinguono poiché identificano la nostra origine, in nostro punto di partenza, fatto di tutti quegli strumenti a nostra disposizione per affrontare il cammino terreno.

All’interno del Tema Natale non esistono aspetti positivi o negativi, ma più semplicemente quelli più convenienti per la nostra evoluzione. E sempre all’interno del Tema Natale sono racchiusi tutti gli strumenti che abbiamo ricevuto in dotazione per procedere oltre, per raggiungere un più alto grado di consapevolezza e diventare persone migliori.

Spesso sento che alcune persone lamentano eccessivi aspetti dinamici nella propria Carta, ma questo non significa necessariamente vivere una vita difficile, in quanto troppi aspetti armonici non sono indice di indiscusso benessere. Diamo la colpa dei nostri mali a quadrature e opposizioni e così facendo rifiutiamo di accettare le nostre responsabilità. Dobbiamo invece dire grazie agli aspetti “dinamici” in quanto rappresentativi delle nostre effettive possibilità di crescita e successiva comprensione dei nostri lati ombra.

Il Tema Natale è costituito da dodici settori chiamati case. Il loro insieme rappresenta dodici fondamentali forme di esperienza che ciascuno di noi è tenuto ad affrontare nel corso della vita. Si tratta di una sorta di modello che racchiude lo sviluppo psicologico e che scandisce le tappe del processo d’individuazione al quale tutti noi siamo chiamati.

Il percorso intero corrisponde alla rivoluzione di Urano intorno al Sole, 84 anni suddivisi in tre fasi fondamentali di 28 anni ciascuna, il tempo esatto che l’Ascendente necessita per percorrere tutto lo Zodiaco e ritornare alla sua posizione d’origine.

E’ evidente che non tutti possiamo avere l’onore e l’onere di compiere l’intero percorso poiché questo dipende dal tempo della nostra vita. E ad ogni modo giungere fino in fondo non significa necessariamente riuscire a realizzare il compito dell’individuazione, poiché ognuno di noi mantiene la libertà di procedere orgogliosamente nel proprio sviluppo, fermarsi o addirittura retrocedere.

E la Carta Natale, che racchiude il progetto della nostra vita e nella quale è descritto il modello della sequenza temporale che ci condurrà ad attuarne il contenuto, contiene anche la struttura spazio-temporale della nostra personalità, della nostra inequivocabile unicità.

Dalla nascita fisica, a quella individuale, fino ad arrivare a quella spirituale, percorriamo lo Zodiaco alla scoperta di noi stessi. E per ciascuno, un tempo che trova una relazione con l’esperienza evolutiva che ci attende. E un luogo nel quale realizzarla.

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento