Non sono d’accordo

con quello che hai da dire,

ma difenderò fino

alla morte il tuo diritto

di dirlo. – Voltaire

MERCURIO: quando la comunicazione si fa un po' difficile

 

Tutta colpa (o merito) di Mercurio

Lei: – Ciao, come stai? 

Lui: – In piedi. 

 

Qualche tempo fa è venuto a trovarmi un conoscente insieme ad una sua amica. Si sono fermati a bere un caffè con me e mia nipote di 18 anni, abbiamo fatto quattro chiacchiere e se ne sono andati.

Io, segno e ascendente d’aria, tanti  pianeti in  segni d’aria, dico a mia nipote, segno d’acqua, ascendente d’acqua :  – Simpatica l’amica di Roberto. –

E lei: – A me non piace.   

– Perché? – chiedo io. – Non sei d’accordo con quello che ha detto? A me è sembrato davvero interessante.

– Senza dubbio, ma non mi piace ugualmente, non mi sembra un tipo sincero.

Sbalordito le domando: – Perché parli così? In fondo non ti ha fatto nulla di male quella poveretta…   

– Forse il modo di guardarsi intorno… di stare seduta… non lo so, è una cosa che sento, è così. – risponde mia nipote.

Capolinea!  Per quanto fossi andato avanti a chiedere e scavare, non avrei ottenuto niente di più che altri: “Lo sento…Non lo so…È  così…”

Durante l’incontro con l’amica del mio conoscente io percepivo e assimilavo soprattutto le cose che diceva, le sue idee, i suoi pensieri che automaticamente valutavo e soppesavo nella loro congruenza; il resto, il suo modo di guardare, di muoversi, e tutto il resto erano lo sfondo che difficilmente avrei percepito se non l’avessi deciso volontariamente. Per mia nipote invece, le cose si svolgono esattamente al contrario: lei prima di tutto percepisce ed intimamente sente quello che per me è lo sfondo, mentre quanto per me è in risalto ed in evidenza per lei diventa lo sfondo.

È facile capire allora, perché quando parlo con lei mi sembra d’essere su un altro pianeta e così o lascio perdere, o con una fatica enorme e grande dispendio di energia da parte di entrambi troviamo un provvisorio e debole punto d’incontro.

Questo semplice esempio che ho deciso di riportarvi mi sembra molto valido per esemplificare le difficoltà di comunicazione che intervengono tra due persone che hanno un Mercurio del tutto antitetico nel loro Tema Natale. E’ Mercurio, infatti, il principale responsabile di tali “disastri” comunicativi; è anche l’artefice però del piacere che proviamo ogni volta che ci capita di capirci al volo con qualcuno, quando basta una parola e già sappiamo che il suo pensiero si snoderà semplice e chiaro a braccetto del nostro.

Mercurio è veloce e brillante, percepisce nell’immediato le informazioni che stimolano la sua curiosità, ma i suoi interessi cambiano in base alla sua posizione nella Carta del Cielo di ciascuno. È per questo motivo che in una qualsivoglia relazione è di fondamentale importanza che il Mercurio dell’uno sia in sintonia col Mercurio dell’altro, pena le difficoltà di comunicazione di cui vi ho parlato.

LETTURE CONSIGLIATE